Attivare Sky Wifi? S1P14 : non è tutto oro quello che luccica

Pubblicato da Martino il

non è tutto oro quello che luccica

Lunedi 26 Ottobre 2020

Eccoci qui,

ebbene si, vi scrivo questo articolo utilizzando la nuova connessione Sky, in fibra, lo SKY-FO. Il telefono fisso funziona ma la portabilità del mio vecchio numero avverrà tra circa una settimana, almeno così mi hanno detto a voce i tecnici, ma ovviamente io non ci credo: attualmente c’è un numero cosiddetto “provvisorio” con prefisso 02.

Partiamo dal fatto che EOF ha cablato la mia città si ma… fino ad un certo punto… i tecnici hanno utilizzato gran parte delle infrastrutture telecom nell’ultimo tratto… per darvi un’idea ecco il passaggio della fibra: rosso=EOF, verde=telecomitalia, blu=privato:

Si entra dentro lo stabile, fondamentalmente seguendo il passaggio del doppino telecom attuale :

Saliti due piani arriviamo alla scatola di derivazione fuori dalla porta di casa, qui la molla/sonda non passa, ci sono troppi cavi dentro il tubo che va all’attuale posizione del modem TIM. Opto per l’installazione in corridoio, posizione in effetti più centrale in casa, mi arrangerò io a sistemare l’impianto:

L’uscita, non essendoci una cassetta è sicuramente poco elegante ma ho detto che mi andava bene in quella posizione perché poi avrei installato il tutto sopra la scarpiera che è di fianco:

Il tecnico ha poi giuntato la fibra ad un connettore SC predisposto, con un fusion splicer, apparecchio molto interessante e a sua detta anche molto costoso:

Il risultato:

A questo punto si sono dedicati al passaggio della fibra dal tombino telecom sino allo splitter ottico :

La colonnina telecom è stata aperta lateralmente (sulla dx) per far entrare il loro tubo di predisposizione (quello verde con dentro altri due tubi grigi):

Una volta fatta la testa anche lato splitter hanno provato la bontà della fibra passata con un radiometro :

Infine hanno configurato l’ONT, purtroppo esterno, ergo un ulteriore alimentatore e scatoletta in giro. Il modem, chiamato Sky Hub, una volta acceso si è subito configurato e la connessione è stata subito disponibile: nessun test di velocità da parte dei tecnici, nessuna certificazione wifi o simili… se ne sono andati perché avevano altre 5 installazioni in giornata e mi hanno lasciato con tutto sto popò di roba appeso lì, vabbè, sistemerò con un po’ di tranquillità, sembra quasi un’opera d’arte contemporanea :

Ho voluto subito fare un raffronto tra le due connessioni, con uno speed-test via cavo ethernet, visto che quella TIM è ancora attiva.
Ovviamente il confronto è stato impietoso, confrontando il solo dato della velocità di picco, ma la FTTC è una connessione che si allinea a 210 Mbps circa invece quella in fibra è ad 1Gbps e per cui mi aspettavo questi valori. Ho notato inoltre che sono il primo cliente connesso allo splitter ottico di EOF nella mia via e per cui non ho altri Sky-FO ti che mi “rubano banda”, vedremo più avanti.
Comunque la differenza si sente, è tutto più veloce, poi se vale la pena tutto sto ambaradan per questo risultato non lo so…

Speed test Sky WIFI FTTH

Speed test con TIM FTTC

Lo speed test Sky con WIFI (di Sky, non il mio access point) su frequenza 5GHz si attesta suo 520 MBps in download.

Passiamo alle note dolenti… purtroppo la configurazione del modem Sky è limitata, oltre al fatto che è tutto un po’ approssimativo, alcune cose si fanno da interfaccia web, altre sei obbligato a farle dall’app Sky WIFI sul telefonino. CHE PASTICCIO!!! Peccato, sembra un modem veloce nella sua interfaccia.
Ad esempio non si può inserire un Dynamic DNS ed il port forwarding non è degno di tale nome.
Ho tre videocamere in casa e ho necessità di accederci da remoto, per cui devo sapere l’ip pubblico assegnato dinamicamente al modem e ovviamente non è che me lo posso segnare ogni volta che esco di casa; con TIM avevo attivato il servizio di DDNS tramite NOIP.COM e funzionava benissimo, ora ovviamente non essendo configurabile non posso usufruire di questa feature.
Per quel che riguarda il port forwarding invece non è possibile associare una porta diversa fra il lato LAN e quello WAN, come invece è possibile fare, da sempre direi, su qualsiasi modem anche da tempi remoti. Le mie videocamere sono raggiungibili tutte e tre sulla porta 554 e per cui all’esterno le avevo mappate con porte diverse, una cosa normalissima. Con Sky Hub non si può fare: sono costretto a mapparne una sola… una sÒLA direi.

Mi sono fatto ovviamente chiamare dal servizio assistenza, in effetti mi mancava la loro competenza… (dopo il solito giro labirintico sull’help online, inutile). Ora però c’è un intero team apposta per me, il team “di Adriano” :

Ho spiegato la situazione e mi hanno detto esplicitamente che quello che chiedo non si può fare e non sanno neanche se verrà implementato. Hanno pure ammesso che hanno diversi problemi con molti clienti proprio su telecamere interne e altri apparati domotici: loro segnaleranno la cosa ma ovviamente non hanno idea se e quando il problema verrà risolto.

L’unica maniera sarebbe prendersi un modem “privato” e configurarlo come si vuole, esempio il fritz box, alla modica cifra di 300 euro o giù di li…

Il decoder SKY l’ho spento: senza gli altri pacchetti, l’offerta base è decisamente un paccone, €10 per vedere praticamente nulla. Appena posso chiederò la disdetta, prima mi voglio informare su eventuali cavilli e penali varie anche se da contratto non dovrei averne.

Ed infine ecco la situazione dopo una “sistematina”, che magari sarà oggetto di unprossimo articolo se vi può interessare :

Ora non rimane che disdire l’abbonamento con TIM…

p.s. probabilmente ci saranno ulteriori sviluppi, ci sono cose in sospeso…!


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.